Il mondo dell’Equitazione è pieno di cavalli bellissimi con utilizzi a volte molto specifici quindi ci troviamo ad analizzare una quantità di razze e specie molto diverse tra loro, ce ne sono tantissime e in questo articolo vorremo parlare con voi di alcune razze da lavoro.

L’Ardennese e il Belga

Una razza antica originaria delle Ardenne, al confine tra Francia e Belgio. Era già nota ai tempi di Giulio Cesare. In epoca Napoleonica venne incrociata con l’arabo per la selezione della razza, acquisendo resistenza e con il cavallo belga. Un cavallo molto forte e volenteroso, usato sia per il tiro leggero che pesante. Per la sua attitudine all’andatura del trotto è stato usato per tirare l’artiglieria. Usato anche nei lavori agricoli è un cavallo energico. L’altezza al garrese è compresa tra 152 – 162 cm e il peso tra 750 e 1.000 kg.  Il matello è baio, roano, sauro, grigio, ubero oppure anche isabella. Il cavallo Belga da tiro, detto anche Bramantino, è un’antica razza, nota fin dal Medioevo, originaria delle Fiandre, nei Paesi Bassi.

Fondamentale per lo sviluppo di altre razzo da tiro pesante. Vi è una varietà della razza che si suddivide tra il Piccolo nel Belgio nord occidentale (Altipiani Ardennesi), il Medio (meno importante) a Condroz, il Grande Belga nel Brabante. Un cavallo instancabile e molto forte adatto anche ai carichi di grandi dimensioni. L’altezza al garrese varia in base alla sottospecie, tra i 150 – 164 cm (500 – 600 kg) per la razza piccola, tra 160 – 165 cm (600 – 800 kg) per il Belga medio e 160 – 170 cm (800 – 1.000 kg) per il Belga di grande dimensioni. Il  mantello roano, poi baio e sauro (nel Grande anche ubero e grigio).

Gli Inglesi

E’ tra i cavalli più alti e a rischio estinzione. Lo Shire è una razza di cavallo inglese da tiro pesante, originario dello Shire. La razza trova le sue origini nel Great Horse, cavallo medievale che veniva impiegato nei tornei. La razza è poco diffusa oggigiorno. Appartiene al tipo brachimorfo ed è un cavallo robusto e instancabile, dal carattere docile e generoso. L’altezza varia dai 165 ai 180 cm. Pesa tra gli 800 e i 1000 kg. Originariamente era usato per drenare le paludi. Adatto ai lavori agricoli e per trainare macchinari pesanti. La razza è stata perfezionata incrociandola con cavalli olandesi per ammorbidire la sua morfologia. Clydesdale è una razza originaria della Gran Bretagna (Scozia, Lanarkshire) che risale al 1600.

Gli Inglesi
Gli Inglesi

Deriva da incroci tra stalloni fiamminghi e frisoni. Appartiene al tipo brachimorfo ed è usato per il tiro pesante e lento. Un cavallo molto eleganti al pari dello Shire del quale eguaglia la forza e la resistenza. Un cavallo robusto, tranquillo e socievole. La sua altezza varia tra i 163 e 173 cm. Un’antica razza da tiro pesante lento, originaria dello Suffolk, nel Regno Unito che risale al 1500. Deriva da una selezione di razze autoctone e incroci con il Norfolk Trotter e il Norfolk Cob e dal Purosangue Inglese. Un cavallo robusto e frugale. In passato veniva usato per il trasporto in carrozza o per il traino di carri da birra. Ha un buon carattere, tendenzialmente tranquillo e socievole. L’altezza al garrese spazia tra 160 – 165 cm. Il peso tra 900 e 1.000 kg. Il mantello è baio senza marcature bianche.