Abbiamo già dato un’infarinatura generale su questi bellissimi mammiferi, oggi cerchiamo di specificare meglio alcune razze nelle specifico, magari uscendo dal semplice contesto italiano, così oggi parliamo nello specifico dei cavalli da soma.

Il Cavallo Da Tiro

Nonostante alcune razze da tiro pesanti siano antiche, solo a partire dal 1700 iniziano a diffondersi in Europa e in altri continenti. Cavalli selezionati per renderli adatti a lavori agricoli, militari e nell’industria. La selezione ha favorito alcune caratteristiche e qualità come la forza e la capacità di trazione. Si sono diffuse in parallelo allo sviluppo agricolo e industriale dei paesi. I cavalli da tiro sono accomunati da alcune caratteristiche morfologiche grossi di stazza e molto forti per cui possono arrivare a 1000 kg di peso mentre l’altezza al garrese varia tra i 155 e i 170 cm in base all’utilizzo del cavallo sia per il traino pesante o più leggero come le carrozze.

Il carattere è mansueto e docile e queste razze tendono ad essere pigre e poco reattive. Alcune razze sono all’origine della selezione e in base alle loro caratteristiche venivo destinate a impieghi specifici. A partire dallo Shire usato come cavallo da guerra nel Medioevo poi destinato come il Suffolk Punch o il Clydesdale all’agricoltura e agli omnibus cittadini. Lo stesso per le razze francesi come il Percheron, poi diffuso anche negli Stati Uniti, Australia e Giappone.

Il Cavallo Da Tiro
Il Cavallo Da Tiro

Tiro Pesante o Leggero?

Ci sono diverse razze di cavalli da tiro che sono contraddistinti da una struttura morfologica pesante e un grande sviluppo muscolare. Si distinguono i cavalli da tiro pesante lento, tiro pesante rapido o leggero. I cavalli da tiro pesante lento sono quelli destinati ai lavori in campo di aratura, ad altri lavori agricoli e alla soma che hanno una grande forza legata alla trazione lenta. Sono dotati di resistenza. Tra le razze appartenenti al tiro pesante lento vi sono il cavallo belga, l’ardennese, il percheron, il Trait du nord, il suffolk, lo shire o il clydesdale. I cavalli da tiro pesante rapido, nei quali rientra il Cavallo Agricolo Italiano, hanno doti doti fisiche di resistenza e di velocità, adatti al traino di mezzi pesanti, per trasporto di persone, cose e lavori agricoli. Le razze da tiro leggero si contraddistinguono per la loro eleganza e la loro forza adatta al fondo e al traino di carrozze tra i quali rientra il Frisone.

Il TPR, cavallo agricolo da tiro pesante rapido, deriva dall’incrocio con il Postier Breton.

E’ più piccolo nelle dimensioni e di conseguenza anche più rapido. Il Cavallo Agricolo Italiano da T.P.R. è originario della pianura veneta, ferrarese e friulana. La razza risale al 1860 frutto di una selezione con stalloni del Polesine, Purosangue Inglese, Hackney e purosangue Arabi. Successivamente, nel 1900 venne appesantita la razza con incroci con il Boulonnais, l’Ardennese e il Norfolk-Bretone. Un cavallo versatile adatto al tiro pesante rapido, lavori agricoli ma anche ottimo per la sella. Ha un carattere calmo per cui si adatta alla vita in fattoria. Inoltre, avendo uno rapido sviluppo della massa muscolare viene purtroppo allevato per la produzione della carne equina.

© 2020 Follonicae Quitando